Europee, al chiaro di luna

Europee, al chiaro di luna
Sono passati ormai cinque giorni dalle consultazioni elettorali europee 2024 e l’annesso carrozzone mediatico è già stato rimpiazzato dalla commemorazione ad un anno dalla scomparsa di Berlusconi, vincitore morale delle elezioni con la lista che porta ancora oggi il suo nome. Ma quindi, riflettendo a mente fredda, chi le avrebbe vinte in fin dei conti queste Europee? Naturalmente lunedì mattina come prospettato, fresche di spoglio delle schede, si sono susseguite le dichiarazioni dei partiti che uno a uno si contendevano il podio di questa tornata elettorale. Ha ragione di ritenersi soddisfatta Giorgia Meloni che dice di aver riconfermato il successo... Leggi tutto

2 giugno, Roma antimilitarista e libertaria. Tutta un’altra parata!

2 giugno, Roma antimilitarista e libertaria. Tutta un’altra parata!
Domenica 2 giugno ci siamo trovati allo Spazio anarchico 19 luglio in via Rocco da Cesinale 18 a Garbatella a partire dalle ore 12:00 con un pranzo solidale e dal primo pomeriggio ci sono stati diversi interventi artistici. In contrasto alla fittizia propaganda nazionalista e guerrafondaia che ha animato ancora una volta la parata militare del 2 giugno a Roma, abbiamo voluto esprimere la nostra contrarietà alle guerre in corso e alla militarizzazione dei quartieri. Assistiamo infatti al loro incremento che sta andando di pari passo alla chiusura dei  servizi necessari quali poliambulatori sanitari, consultori, biblioteche, centri culturali, eccetera. La... Leggi tutto

Torino. In strada per smilitarizzare la città

Torino. In strada per smilitarizzare la città
Come sempre il 2 giugno la Repubblica ha celebrato sé stessa con esibizioni militari, parate e commemorazioni. Una “festa” nazionalista e militarista. Una “festa” che anche quest’anno è stata contestata attivamente in due giornate di informazione e lotta. Sabato 1 giugno antimilitarist si sono dati appuntamento in corso Palermo angolo via Sesia, dove da gennaio staziona un gippone dei militari dell’operazione “Strade sicure”. Ad attenderci oltre ai soldati c’erano carabinieri, due gipponi dell’antisommossa, vigili urbani. Una scena bellica che è ormai consueta in quest’angolo di periferia posto sotto costante assedio dallo Stato italiano. Al nostro arrivo le forze dell’ordine si... Leggi tutto

Non votare: una sfida alla Fortezza Europa

Non votare: una sfida alla Fortezza Europa
La democrazia è sempre un inganno, ma nel caso delle elezioni europee si raggiunge il ridicolo. L’Unione Europea ha il proprio centro di potere nella Commissione Europea, composta da un delegato per ogni Stato membro. Rappresenta e tutela gli interessi dell’Unione europea nella sua interezza e avendo il monopolio del potere di iniziativa legislativa, propone l’adozione degli atti normativi dell’UE, la cui approvazione ultima spetta al Parlamento europeo e al Consiglio dell’Unione europea; è responsabile inoltre dell’attuazione delle decisioni politiche da parte degli organi legislativi, gestisce i programmi UE e la spesa dei suoi fondi strutturali. Il gioco delle parti... Leggi tutto

Indigna dignitas. A proposito di dottrina della fede.

Indigna dignitas. A proposito di dottrina della fede.
Ci sono parole il cui significato diamo per scontato, universale, quando in realtà è molto legato al periodo storico nel quale viene usato o alle correnti filosofiche e di pensiero dal quale viene plasmato. Le stesse parole che sono nel senso comune ma rese totalmente astratte, possano essere usate, attraverso retorica e demagogia, per portare avanti interessi particolari che sono nelle intenzioni di chi di queste parole fa uso. Questo può avvenire nelle pubblicità che le aziende fanno per vendere un prodotto, nelle campagne elettorali per conquistare nuovi elettori, oppure, appunto, nella propaganda della Chiesa per avvicinare nuovi fedeli. Nella... Leggi tutto

De supposte e de mattoni

De supposte e de mattoni
Comunicato stampa Martedì 7 maggio 2024 lo spazio occupato in via delle Averle nel quartiere Torre Maura, da più di 32 anni autogestito, è stato sgomberato con un blitz poliziesco alle 6 del mattino. Mobilitati un centinaio di agenti di polizia di stato, affiancati da vigili del fuoco e municipale, hanno proceduto allo scasso del cancello d’entrata, dopo aver prima rimosso i cassonetti e poi le auto nei parcheggi adiacenti, per fare spazio a blindati e mezzi dell’impresa edile che successivamente ha murato ogni possibile accesso. La casa è stata quindi invasa minacciando e trascinando fuori due persone che al... Leggi tutto

Nazionalismo tedesco: Marx ed Engels tra le calunnie verso i comunisti e l’alleanza con i democratici

Nazionalismo tedesco:  Marx ed Engels tra le calunnie verso i comunisti e l’alleanza con i democratici
Pubblichiamo la terza ed ultima parte parte della traduzione del quarto capitolo di “The Idea” di Nick Heath – Just Book Publishing. Traduzione di Lona Lenti. La prima e la seconda parte sono state pubblicate sui nn. 17 e 18. La borghesia tedesca fallì clamorosamente nei suoi tentativi di portare a termine una rivoluzione democratica e Marx fu costretto a rompere con i democratici borghesi nell’aprile del 1849 e a riportare in vita la Lega dei Comunisti. È stata una vera e propria disfatta per Marx ed Engels. Non solo avevano tentato di agganciare il comunismo operaio ai desideri democratici... Leggi tutto

Dimenticare è impossibile

Dimenticare è impossibile
Il 1974 è, come quasi tutti gli altri anni di quel decennio, segnato da avvenimenti destinati a restare a lungo nella memoria personale di chi ha vissuto quei momenti e in quella collettiva di chi invece li conosce solo attraverso la mediazione del racconto storico. Ricordiamo velocemente e disordinatamente solo pochi dei fatti che segnarono quell’anno collocato quasi a metà di un periodo che da alcune persone è stato bollato come famigerato mentre per altre è rimasto indimenticabile. E probabilmente sono vere entrambe le cose. In Italia nel corso di dodici mesi si diedero il cambio quattro formazioni di Governo:... Leggi tutto

L’Unione europea bacchetta Meloni: troppi poveri

L’Unione europea bacchetta Meloni: troppi poveri
Riteniamo opportuno pubblicare questo articolo che dà conto degli effetti sociali delle politiche attuate dal governo italiano in carica. Siamo convinti comunque che i risultati negativi ottenuti dal governo italiano non siano altro che il risultato della rigida applicazione dei dettami di Bruxelles e che i nostri obiettivi non si possano ridurre alla difesa dello stato assistenziale: è necessario formulare un modello di gestione pubblica dei servizi (sanità, assistenza, istruzione) che ponga al centro il decentramento e l’autogestione e non la difesa di un modello rivelatosi fallimentare già alla fine degli anni ‘80 del secolo scorso. Riteniamo poi fondamentale combattere... Leggi tutto

Giovanna Marini e il grande racconto della vita

Giovanna Marini e il grande racconto della vita
“Alla mattina appena alzate” risuonano le parole di Bella ciao delle mondine nel ricordo vivo di Giovanna Marini venuta a mancare a Roma nel mese di maggio a sessant’anni circa dallo scandalo al Teatro Caio Melisso durante il Festival dei Due Mondi a Spoleto e a cinquant’anni dalla fondazione nel 1974 della Scuola Popolare di Musica di Testaccio. Era il 1964, infatti, quando Giovanna insieme a Caterina Bueno, Giovanna Daffini e ad altri lanciarono la storia di “Bella Ciao” a Spoleto, Festival di musica classica e occasione mondana. Nello spettacolo spiccarono i versi cantati di O Gorizia tu sei maledetta... Leggi tutto

Antimilitarist* alla Leonardo. Presidio di fronte all’industria bellica di Campi Bisenzio.

Antimilitarist* alla Leonardo. Presidio di fronte all’industria bellica di Campi Bisenzio.
Venerdì 24 maggio, l’Assemblea antimilitarista toscana ha indetto una manifestazione/presidio davanti alla Leonardo di Campi Bisenzio. La Leonardo è un’azienda produttrice di armi esportate nei vari conflitti in giro per il mondo, compreso il conflitto arabo-israeliano, rendendosi quindi responsabile dell’attuale genocidio in corso a Gaza nei confronti del popolo palestinese. Il presidio ha visto la partecipazione di varie realtà antimilitariste accorse da tutta la Toscana e non solo. I compagni e le compagne presenti si sono mosse poi in un corteo diretto verso la fabbrica GKN. Durante la manifestazione si sono susseguiti vari interventi che hanno sottolineato l’importanza della lotta... Leggi tutto

Gran Bretagna: i crips sono qui. Tagli alla disabilità: il lavoro non è l’attrazione che Sunak pensa che sia.

Gran Bretagna: i crips sono qui. Tagli alla disabilità: il lavoro non è l’attrazione che Sunak pensa che sia.
I recenti piani di riforma del welfare annunciati dal primo ministro Rishi Sunak sono stati male accolti, e a ragione. Le modifiche pianificate ai Personal Independence Payments (pagamenti per l’indipendenza personale – PIP) sono state descritte come una mossa per offrire più sostegno alle persone ed avviarne più al lavoro. Non lo sono e non lo faranno. Incaponirsi ad accentuare la tattica dell’ambiente ostile, questo è quanto il governo e il DWP (Department for Work and Pensions) hanno creato per gli aventi diritto. Le riforme prevedono di togliere ai medici di base la possibilità di confermare l’incapacità delle persone di... Leggi tutto

2 giugno. Disertori di tutte le guerre.

2 giugno. Disertori di tutte le guerre.
Ogni 2 giugno la Repubblica celebra se stessa con esibizioni militari, parate e commemorazioni. Una “festa” nazionalista e militarista. Il governo di estrema destra alimenta la retorica identitaria, i “sacri” confini, l’esaltazione della guerra. Come ogni anno le cerimonie militari del due giugno servono a giustificare enormi spese militari, l’invio delle armi e l’impegno diretto dell’Italia nelle missioni militari all’estero dall’Ucraina all’Africa. Guerre, stupri, occupazioni di terre, bombardamenti, torture, l’intero campionario degli orrori umani, se compiuto da uomini e donne inquadrati in un esercito, diventa legittimo, necessario, opportuno, eroico. Le divise da parata, le bandiere, le medaglie, la triade “dio,... Leggi tutto

Sicurezza sul lavoro: Fermare la strage si può

Sicurezza sul lavoro:  Fermare la strage si può
di patrizia Nesti Il gravissimo episodio avvenuto recentemente a Casteldaccia, presso Palermo, ha visto la morte di cinque operai impegnati in lavori di manutenzione della rete fognaria. Ancora morti sul lavoro, in una situazione generale di mancanza di sicurezza che produce una strage continua. Ne parliamo con un compagno che ha lavorato a lungo nell’azienda locale livornese di ciclo integrato dell’acqua, un’azienda che si occupa in particolare di distribuzione e depurazione di acqua e gas. D- Partendo da questo tragico episodio, puoi spiegarci che cosa è successo? R- Ovviamente non posso che basarmi su quanto è stato riportato dalla stampa... Leggi tutto

Punire per Educare : detenzione minorile specchio delle disuguaglianze e delle marginalità

Punire per Educare : detenzione minorile specchio delle disuguaglianze e delle marginalità
di Daniele Ratti I noti fatti del carcere minorile Beccaria di Milano dell’8 marzo scorso, da cui l’arresto di 13 agenti della Polizia Penitenziaria e la sospensione dal servizio di altri 8, per le accuse di tortura, maltrattamenti aggravati, lesioni e falso, sono un anello di una lunga catena di abusi che da tempo si verificano sul territorio milanese da parte delle “autorità costituite” nei confronti degli ultimi della scala sociale. In questa casella possiamo mettere i pestaggi nel CPR di via Corelli, l’aggressione a Bruna, donna transessuale manganellata dalla vigilanza urbana, ed ora alla sistematica violenza da parte della... Leggi tutto
1 2 3 258